Il funzionamento di un carillon é basato sul principio seguente: un cilindro munito di copiglie che gira su un asse parallelo ad una tastiera provvista di lamine, solleva queste ultime per metterle in vibrazione.



I principali componenti di un carillon sono:

La platina: é la base su cui sono fissati tutti i componenti del meccanismo musicale. Permette anche di posizionare il meccanismo musicale sul cofanetto del carillon.

Il pettine o tastiera: è composto di una serie di lamine o denti di metallo riuniti gli uni agli altri da un solo asse. Ve ne sono da 18-36-50-72 e 144 note.

il cilindro: si tratta di un rullo pieno (riempito di gommalacca) e munito di copiglie. La gommalacca permette di limitare le vibrazioni e di far tenere le copiglie.

Tamburo: si tratta dell’involucro che protegge la molla di acciaio.

Molla: lamella metallica opportunamente avvolta per generare il movimento agli ingranaggi e trasmettere la rotazione al cilindro.

Il regolatore di velocità: é un dispositivo dotato di alette che permette al meccanismo di controllare l’energia e la velocità del cilindro che ruota.


La chiavetta di ricarica: fissata sotto il tamburo, permette di tirare la molla e spesso presenta lo stemma del fabbricante.

La croce di malta: dispositivo che permette di non ricaricare troppo il meccanismo.

Piombi e smorzatori: i pezzi di piombo posti sotto le lamine permettono di accordarle. Più il loro peso é grande più la nota diventa bassa. La regolazione finale é ottenuta aggiungendo o togliendo il peso alle estremità di ogni lamina. Qualche lamina é addirittura limata per ottenere la nota esatta. Gli smorzatori sono posti sulle lamine e permettono di ridurre le vibrazioni parasite di ognuna di esse.
Da questa struttura di base si è studiato con opportune modifiche la possibilità di creare infiniti movimenti come rotazioni, dondolii, oscillazioni ed altro ancora.
La possibilità di trovare sempre nuove soluzioni affascina, e a volte ossessiona.

  funzionamento del carillon

Accortezze: ci sono davvero poche cose da fare per mantenere in buono stato un carillon, poiché un carillon é uno dei pochi strumenti di musica meccanica a non scordarsi a causa del calore e dell’umidità.

Se l’aletta del regolatore non gira, assicuratevi che nessuna impurità sia incrostata all’asse di questo regolatore.

Se il meccanismo del vostro carillon fa rumore o non gira alla giusta velocità, versate negli appositi spazi un po’ d’olio per orologiai.


Se il carillon scricchiola, significa che i pezzi meccanici sono entrati in vibrazione e devono essere quindi fissati meglio.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.